Accettazione tacita dell’eredità: cos’è e costi

Accettazione tacita dell’eredità: cos’è e costi

L’accettazione tacita dell’eredità è una forma di accettazione ereditaria senza atto formale. Scopri cos’è e come funziona questa modalità di accettazione ereditaria.

Accettazione tacita dell’eredità: definizione

L’accettazione tacita dell’eredità è un’opzione di accettazione ereditaria senza la necessità di redigere un atto formale. Invece, avviene automaticamente quando il chiamato all’eredità manifesta la volontà di accettare il bene ereditato attraverso un’azione concreta che può essere compiuta solo in qualità di erede. Ad esempio, la vendita di un immobile ereditato può costituire un’azione che determina l’accettazione tacita dell’eredità.

Necessità di accettazione dell’eredità

Secondo la legge italiana, il chiamato all’eredità diventa effettivamente erede e acquisisce il diritto all’eredità solo attraverso l’accettazione dell’eredità. L’accettazione è necessaria per confermare la volontà dell’erede di entrare in possesso e gestire i beni ereditati.

Differenza tra accettazione tacita e accettazione formale

Nell’accettazione tacita dell’eredità, l’erede non deve redigere né una scrittura privata né un atto pubblico. L’accettazione avviene implicitamente attraverso un’azione che dimostra la volontà dell’erede di accettare l’eredità. Al contrario, l’accettazione formale richiede la redazione di un atto scritto e formale per manifestare la volontà di accettare l’eredità.

Limitazioni dell’accettazione tacita dell’eredità

L’accettazione tacita dell’eredità richiede che l’erede abbia la capacità di agire. I minori e le persone con limitazioni legali che richiedono forme speciali di tutela possono accettare l’eredità solo con il beneficio di inventario, che impedisce la confusione tra il patrimonio dell’erede e quello ereditario, proteggendo i diritti dei creditori del defunto.

Procedura di accettazione tacita dell’eredità

Per accettare tacitamente un’eredità, l’erede deve compiere un’azione che dimostri la volontà di accettare il bene ereditato, come ad esempio la vendita di un immobile. Successivamente, è necessaria la trascrizione dell’accettazione tacita dell’eredità presso la conservatoria dei registri immobiliari. Questa registrazione comporta il pagamento di oneri fiscali e di onorari professionali che variano a seconda del professionista coinvolto. È importante effettuare la trascrizione entro 20 anni dalla morte del defunto per garantire la certezza giuridica.

Qual è il costo dell’accettazione tacita dell’eredità?

I costi dell’accettazione tacita dell’eredità sono i seguenti:

  1. Oneri fiscali per la trascrizione dell’accettazione tacita presso ciascuna conservatoria dei registri immobiliari. Questi oneri includono:
  • Imposta ipotecaria: 200 €
  • Imposta di bollo: 59 €
  • Tassa ipotecaria: 35 €

È importante notare che la registrazione dell’accettazione tacita di eredità vale per tutti gli immobili ereditati solo se essi sono situati nella stessa conservatoria. In questo caso, le relative imposte possono essere pagate una sola volta. Tuttavia, se l’eredità include immobili situati in conservatorie diverse, sarà necessario pagare nuovamente le imposte per ciascuna vendita di immobile.

Conclusione

L’accettazione tacita dell’eredità offre un’alternativa alla forma formale di accettazione e può avvenire attraverso un’azione concreta che dimostra la volontà dell’erede di accettare il bene ereditato. Tuttavia, è essenziale seguire una procedura corretta, che include la trascrizione dell’accettazione tacita presso la conservatoria dei registri immobiliari, per garantire la validità legale e proteggere i diritti degli eredi e degli acquirenti. Se hai bisogno di assistenza legale in materia di accettazione dell’eredità, contatta il nostro Studio Legale per una consulenza specializzata.

Avv. Cosimo Montinaro

(avvocato esperto in successioni ed eredità)

.

error: Contenuto protetto!
Torna in alto
Chiama oraWhatsapp