Il contratto di apprendistato nullo si trasforma in indeterminato

Nel caso sottoposto al vaglio del Tribunale di Milano – Sezione Lavoro, deciso con sentenza n. 2472/2021 pubblicata il 15/10/2021, il lavoratore chiedeva, in via principale, accertarsi e dichiararsi la nullità del contratto di apprendistato con conseguente trasformazione del rapporto di lavoro in ordinario indeterminato e, per l’effetto, condannarsi il datore di lavoro al pagamento di differenze retributive, indennità, ricalcolo del TFR e straordinari. A tal fine, deduceva che il contratto di apprendistato non era valido in quanto privo di …

Il contratto di apprendistato nullo si trasforma in indeterminato Leggi tutto »

Sospensione della responsabilità genitoriale del genitore coinvolto nel mondo della criminalità e della droga

Va sospesa la responsabilità genitoriale del genitore coinvolto nel mondo della criminalità e droga? Nel caso sottoposto al vaglio della Corte di Cassazione e deciso con ordinanza n. 27553/2021, il Supremo Collegio ha ribadito che, ai fini dell’adozione del provvedimento di sospensione della responsabilità genitoriale ex art. 333 c.c., è sufficiente una condotta del genitore che appaia comunque pregiudizievole al figlio; non occorre, pertanto, un comportamento che abbia (già) cagionato un danno al figlio minore, potendo il pregiudizio essere anche …

Sospensione della responsabilità genitoriale del genitore coinvolto nel mondo della criminalità e della droga Leggi tutto »

Responsabilità della P.A. ex art. 2051 c.c. (Cassazione, n. 12166/2021)

Responsabilità della P.A. ex art. 2051 c.c. Cass. civ., 7 maggio 2021 n. 12166 Il danneggiato che domanda il risarcimento del pregiudizio sofferto in conseguenza della omessa o insufficiente manutenzione delle strade o di sue pertinenze invocando la responsabilità ex articolo 2051 c.c. della P.A. è tenuto a dare la prova che i danni subiti derivano dalla cosa, in relazione alle circostanze del caso concreto. Tale prova consiste nella dimostrazione del verificarsi dell’evento dannoso e del suo rapporto di causalità …

Responsabilità della P.A. ex art. 2051 c.c. (Cassazione, n. 12166/2021) Leggi tutto »

FAMIGLIA E MINORI: rassegna giurisprudenziale 2021

FAMIGLIA E MINORI: rassegna giurisprudenziale maggio-giugno-luglio 2021. Leggi e consulte le ultime pronunce giurisprudenziale in materia di famiglia e minori: Cass. civ., 1 luglio 2021 n. 18721 Un’attribuzione patrimoniale a favore del convivente more uxorio può configurarsi come adempimento di un’obbligazione naturale allorché la prestazione risulti adeguata alle circostanze e proporzionata all’entità del patrimonio e alle condizioni sociali del solvens. Tuttavia, si può configurare l’ingiustizia dell’arricchimento da parte di un convivente more uxorio nei confronti dell’altro in presenza di prestazioni …

FAMIGLIA E MINORI: rassegna giurisprudenziale 2021 Leggi tutto »

Le richieste istruttorie rigettate s’intendono abbandonate se non reiterate in sede di precisazione delle conclusioni

Estratto Corte d’Appello di Lecce, sentenza n. 1052/2021 del 27/09/2021 “La giurisprudenza di legittimità più recente ricorda che nel caso in cui – come nella specie – il giudice di primo grado non accolga tutte e/o alcune richieste istruttorie, la parte che le ha formulate ha l’onere di reiterarle al momento della precisazione delle conclusioni. La parte che si sia vista rigettare dal giudice di primo grado le proprie richieste istruttorie ha l’onere di reiterarle al momento della precisazione delle …

Le richieste istruttorie rigettate s’intendono abbandonate se non reiterate in sede di precisazione delle conclusioni Leggi tutto »

L’interruzione della prescrizione per riconoscimento ex art. 2944 c.c. può derivare anche da una proposta transattiva

MASSIMA Corte d’Appello di Lecce, sentenza n. 1052/2021 del 27/09/2021 “L’interruzione della prescrizione per effetto di riconoscimento, a norma dell’art. 2944 cc, può, è vero, derivare anche da una proposta transattiva, qualora questa, anziché presupporre la contestazione del diritto della controparte, venga formulata in circostanze e con stesso modo da implicare ammissione del “quantum”, e sia rivolta solo ad ottenere un componimento sulla liquidazione del “quantum” (Cass. 16379/2009). Le trattative di amichevole composizione possono comportare l’interruzione della prescrizione, ex art. …

L’interruzione della prescrizione per riconoscimento ex art. 2944 c.c. può derivare anche da una proposta transattiva Leggi tutto »

Al comodatario non sono rimborsabili le spese straordinarie non necessarie ed urgenti (Corte Appello Lecce, sent. n. 1086/2021)

Al comodatario sono rimborsabili ex art. 1808 c.c. le spese straordinarie non necessarie ed urgenti? Sul punto, la Corte d’Appello di Lecce, con sentenza n. 1086/2021, si è così pronunciata: “Pur non essendo prevista una disciplina specifica delle migliorie nel contratto di comodato, è pacifico che, per analogia con la materia delle locazioni: “Al comodatario non sono rimborsabili le spese straordinarie non necessarie ed urgenti, anche se comportino miglioramenti, tenendo conto della non invocabilità da parte del comodatario stesso, che …

Al comodatario non sono rimborsabili le spese straordinarie non necessarie ed urgenti (Corte Appello Lecce, sent. n. 1086/2021) Leggi tutto »

La modifica dell’assegno di mantenimento decorre dalla data di deposito del ricorso (Cass., ord. n. 25636 del 27/04/2021)

La modifica dell’assegno di mantenimento decorre dalla data di deposito del ricorso: Cass., ord. n. 25636 del 27/04/2021: MASSIMA “… il consolidato principio secondo il quale “In materia di revisione dell’assegno di mantenimento, il diritto a percepirlo di un coniuge ed il corrispondente obbligo a versarlo dell’altro, nella misura e nei modi stabiliti dalla sentenza di separazione o dal verbale di omologazione, conservano la loro efficacia, sino a quando non intervenga la modifica di tali provvedimenti, rimanendo del tutto ininfluente …

La modifica dell’assegno di mantenimento decorre dalla data di deposito del ricorso (Cass., ord. n. 25636 del 27/04/2021) Leggi tutto »

Responsabilità professionale dell’avvocato: quando insorge il diritto al risarcimento del danno? (sentenza Tribunale di Lecce 2021)

Sentenza Tribunale Civile di Lecce n. 2426/2021 del 9 settembre 2021 […] Sotto un profilo generale si ricorda che la responsabilità professionale dell’avvocato trae la sua fonte nel contratto che lega il legale al cliente e in forza del quale il primo si impegna a prestare in favore del secondo la propria opera professionale, sia giudiziale che stragiudiziale. L’attività che il legale presta nei confronti del cliente rientra nelle previsioni di cui all’art. 2230 c.c. e ss., ma l’aspetto della …

Responsabilità professionale dell’avvocato: quando insorge il diritto al risarcimento del danno? (sentenza Tribunale di Lecce 2021) Leggi tutto »

La mera coabitazione non è sufficiente a provare l’avvenuta riconciliazione tra coniugi separati

La Suprema Corte, con ordinanza n. 14037 del 21 maggio 2021, rifacendosi ad un orientamento ormai consolidato, ha ribadito che la mera coabitazione non non è sufficiente a provare la riconciliazione tra coniugi separati, essendo necessario il ripristino della comunione di vita e di intenti, materiale e spirituale, che costituisce il fondamento del vincolo coniugale. MASSIMA: “Secondo l’orientamento di questa Corte al quale il Collegio intende dare continuità, non è sufficiente, per provare la riconciliazione tra coniugi separati, considerati gli …

La mera coabitazione non è sufficiente a provare l’avvenuta riconciliazione tra coniugi separati Leggi tutto »

Chiama ora
Torna su